La strana biblioteca

la strana bibliotecaHo da poco scoperto, grazie a “laLettura” #214, un nuovo, irresistibile racconto di Haruki Murakami. A dire il vero era già apparso in Giappone nel 2005, ma Einaudi lo ha recentemente riproposto, arricchito dalle immagini del talentuoso Lorenzo Ceccotti. La sua grafica elegante e tagliente al tempo stesso, accompagna sapientemente i momenti salienti del racconto.

Il protagonista è un ragazzino che si trova imprigionato nel labirinto sotterraneo di una biblioteca, minacciato da un vecchio spaventoso e ripugnante che vuole succhiargli il cervello. La trama ha tutti gli ingredienti di un viaggio iniziatico: il percorso oscuro, entità  inquietanti, l’offerta di cibo sapienziale, la paura da superare per arrivare ad un’esistenza più cosciente. Il ragazzino lotta con i principi saldi della sua fanciullezza, che lo trattengono in una timorosa incapacità di reazione.  La possibilità di salvezza giunge allacciando nuove e improbabili relazioni con altre creature prigioniere, che lo spingono a rischiare, cercando una via di fuga a piedi scalzi – privato delle ali del suo animale protettore e delle scarpe, simbolo forte della cura materna – e  accettando senza timore ogni impaccio ed ogni asperità del suo percorso.  La realtà che lo aspetta non sarà facile, ma lo troverà pronto a volare con le sue ali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.